Enula bacicci

Enula bacicci

Nome scientifico: Limbarda crithmoides (L.) Dumort
appartiene alla Famiglia delle Asteraceae
in sardo viene chiamata: Erba pudescia

 

Distribuzione. La specie è distribuita nelle coste atlantiche e mediterranee. In Italia è presente in quasi tutte le regioni tranne l’Umbria e quelle più settentrionali. In Sardegna è comune e ben distribuita lungo tutte le coste e nelle aree umide salmastre.


Ecologia e habitat. Piante perenne cespugliosa generalmente di piccole dimensioni, alta 40-70 cm, e glabro (senza peli). I fusti sono legnosi solo alla base, ascendenti (cioè che dalla  posizione inizialmente orizzontale alla base, crescendo si incurvano fino a portarsi in posizione più o meno dritta) e ramificati nella parte alta. Le foglie verdi,  sono sessili (senza picciolo cioè attaccate direttamente al fusticino), carnose, lineari e cilindriche, spesso terminano con tre dentini. Alcune foglie più grandi presentano, nell’attacco ascellare, dei fascetti di foglioline più piccole che se cadono sono capaci di far crescere le radici e dar vita ad una nuova piantina. Per questo motivo , spesso questa pianta, soprattutto nei litorali sabbiosi, si trova in densi gruppi. I fiorellini piccolissimi e gialli sono riuniti in infiorescenze solitarie simili alle margherite (capolini). Come solitamente nelle margherite i fiorellini sistemati nel bordo del capolino hanno una ligula gialla di circa 15 mm (finto petalo). Fiorisce tra luglio e novembre. Il frutto è un piccolissimo achenio (frutto secco che contiene un unico seme) alla quale sono attaccati dei pelucchi bianchi e rossastri, piumosi (pappo), ricordano tanto un paracadute.
E’ una specie alofita (che sopporta ambienti con alte concentrazioni saline, come quelli vicino al mare o agli stagni salmastri costieri). E’ tipica dei litorali sabbiosi e rocciosi, dune e prati retrodunali salmastri periodicamente inondati.


Curiosità. La pianta contiene molti olii essenziali e se strofinata ha un forte odore sgradevole. Nonostante ciò in alcuni paesi viene mangiata sia cruda che cotta come insalata.