Fischione

Fischione

Nome scientifico: Anas penelope - classificato da Linnaeus nel 1758
Appartiene alla Famiglia degli Anatidi
In sardo viene chiamato buscìnu, piberòni, bùsciu

E’ un anatra di superficie abbastanza diffusa e pertanto cacciabile, non nidifica in Sardegna, ma è presente durante l’inverno. Gli individui che arrivano nella nostra isola provengono principalmente dai paesi freddi del nord Europa. Deve il suo nome al caratteristico verso rumoroso e “fischiato” che emette il maschio. Ha abitudini gregarie, gli piace cioè stare in gruppo, è una specie monogama rimane pertanto con la stessa compagna per tutta la vita. Nella stagione riproduttiva predilige acque dolci aperte e poco profonde, in inverno frequenta coste ed estuari fangosi; laghi, praterie allagate e bacini artificiali dell’interno, per poi volare regolarmente alle vicine praterie per nutrirsi.


Come riconoscerlo. Il maschio, durante il periodo riproduttivo, ha la testa di color castano rosso, con fronte giallastra, dorso e fianchi grigi, petto rosato e sottocoda nero, il becco è grigio chiaro con punta nera. La parte posteriore è nera, la pancia è bianca. La femmina ha dimensioni inferiori, colori più tenui e specchio alare verde e nero. Nel resto dell’anno il maschio è simile alla femmina ma con colori più scuri. I giovani assomigliano molto alle femmine ma hanno parti superiori leggermente più scure e disegni meno contrastati.

 

Riproduzione. Nidifica in aree umide d’acqua dolce, poco profonde. Costruisce il nido a terra vicino a corsi d’acqua e in luoghi riparati. La femmina nidifica una sola volta all’anno, depone fino a 8 uova, che vengono covate per circa 25 giorni. Una volta nati i pulcini vengono accuditi per circa sei settimane.

 

Alimentazione. Si ciba di vegetali che raccoglie nuotando in superficie, principalmente nelle ore notturne. E’ prevalentemente “vegetariano”, si ciba soprattutto di piante acquatiche, ma talvolta anche di vermi, insetti e crostacei.