Limonio comune

Limonio comune

Nome scientifico:  Limonium narbonense Mill.

appartiene alla Famiglia delle Plumbaginaceae
in sardo viene chiamata: Frori de mari

 

Distribuzione. La specie è distribuita nel bacino mediterraneo: dal Portogallo a Spagna, Francia sino alla Grecia; nonché la parte settentrionale dell’Africa. In Italia si trova lungo le coste della penisola e delle isole. In Sardegna è abbastanza raro e si trova lungo le coste.

 

Ecologia e habitat. Pianta erbacea perenne 30-70 cm di altezza, presenta scapi (fusticino allungato che porta l’infiorescenza) glabri (senza peli), robusti, cilindrici, molto ramificati nella parte superiore. Da ciascuno scapo spuntano le foglie che si trovano solo alla base a formare una rosetta. Sono in numero di 5-10, carnosette, grandi e vistose, di forma variabile ma più spesso lanceolata (a forma di lancia) che diventa fine verso il picciolo (parte della pianta che unisce la foglia al fusto). I fiori sono riuniti in una infiorescenza grande di tipo corimbosa (cioè con i fiori sistemati nell’infiorescenza alla stessa altezza) ed è formata da tante spighette. I fiori sono numerosi sistemati in spighette all’apice dell’infiorescenza, anche se piccoli (5 mm circa) sono vistosi con petali roseo-lillacini. Le infiorescenze presentano alla base di ogni spighetta delle brattee membranacee. Fiorisce tra giugno e settembre. I frutti sono piccoli acheni (frutto secco che non si apre da solo a maturità con parete dura e aderente all'unico seme), brunastri, che maturano in autunno.
Specie presente in ambienti litorali come saline, paludi salse (ricche di sali), nelle coste basse e a breve distanza dalla riva.


Curiosità. Il nome specifico narbonense deriva dal luogo di origine (Francia). I Limonium possiedono sulle foglie delle ghiandole speciali, attraverso le quali eliminano il sale superfluo. Lo si può vedere durante il bel tempo sotto forma di un piccolo cristallo di sale. Le infiorescenze del Limonio sono di un bel colore roseo-lilla e si conservano a lungo. Un tempo il limonio era raccolto per essiccarne le infiorescenze, a scopo ornamentale, questa è stata una delle cause della sua forte diminuzione.