Limonio del Sulcis

Limonio del Sulcis

Nome scientifico:  Limonium sulcitanum Arrigoni
appartiene alla Famiglia delle Plumbaginaceae
in sardo viene chiamata: Frori de mari

 

Distribuzione. Pianta endemica della Sardegna sud e centro occidentale. Il suo areale (area di distribuzione di una specie) è compreso tra il Golfo di Oristano e Porto Pino (Sant'Anna Arresi). Mostra una costante presenza in tutta la costa rocciosa della provincia, delle volte forma delle importanti popolazioni (un insieme di individui della stessa specie che crescono in un determinato luogo interagendo).


Ecologia e habitat. Pianta erbacea, perenne, suffruticosa (pianta perenne con il fusto legnoso alla base e superiormente erbacea), alta 10-40 cm con fusto legnoso portante una rosetta più o meno densa di foglie lanceolato-spatolate (a forma di lancia) che diventa fine verso il picciolo (parte della pianta che unisce la foglia al fusto); le foglie sono rugose sulla pagina superiore e lunghe fino a 2-3 cm. Il fusto si presenta superiormente ramificato, nella parte terminale, gli scapi (fusticino allungato che porta l’infiorescenza), portano dense infiorescenze a spiga lunghe fino a 4 cm. I fiori sono piccoli e dotati di corolla rosa-violetto. Fioriscono da luglio a settembre. Il frutto è un achenio.
La specie cresce lungo la costa: sulle rupi costiere, sulle ghiaie e su piccoli cumuli sabbiosi tra le rocce.


Curiosità. Alcuni caratteri della specie, come le dimensioni e la forma della pianta, dipendono dalla distanza dal mare e quindi dal vento e della salsedine. I Limonium possiedono sulle foglie delle ghiandole speciali, attraverso le quali eliminano il sale superfluo. Lo si può vedere durante il bel tempo sotto forma di un piccolo cristallo di sale.