Marangone dal ciuffo

Marangone dal ciuffo

Nome scientifico: Phalacrocorax aristotelis desmarestii– classificato da Payraudeau nel 1826
Appartiene alla Famiglia dei Falacrocoracidi
In sardo viene detto: corvumarìnu, crobu anguidhàrgiu, magrone

E’ una specie abbastanza facile da avvistare, perché comune in tutta la Sardegna e nidificante. Non è facile da riconoscere perché molto simile al Cormorano. La sottospecie mediterranea presente in Sardegna è protetta a livello Europeo, perché a rischio di estinzione. E’ un uccello tipicamente marino, frequenta aree con coste rocciose, pesca di preferenza in corrispondenza di golfi e insenature, ma può spingersi anche relativamente al largo. Talvolta, per pescare, si spinge in estuari fluviali e lagune salmastre. Nel periodo riproduttivo vive in coppia o in piccoli nuclei familiari, il resto dell’anno si riunisce in gruppi anche numerosi. Si osserva spesso negli scogli dove sosta generalmente con le ali aperte.

 

Come riconoscerlo. E’ un grosso uccello marino di colore nero lucido, molto simile al Cormorano, ma con dimensioni inferiori, il collo più sottile e più corto, il becco più piccolo e la testa più sottile. A differenza del Cormorano non presenta mai macchie bianche sulla faccia e sui calzoni. I riflessi del suo piumaggio sono verdi, le zampe sono palmate di colore grigio-nerastre. L’occhio è verde smeraldo. Possiede un ciuffo di penne sulla testa, evidente nel periodo riproduttivo. I giovani hanno il piumaggio ventrale biancastro.

 

Riproduzione. Nidifica su piccole isole, lungo le coste, in zone ripide e irraggiungibili. La nidificazione inizia nei mesi invernali, e termina ad aprile-maggio. Le uova si schiudono dopo circa un mese e l’involo avviene dopo 48-58 giorni. I nidi, isolati o in colonie, si trovano localizzati in anfratti e cavità nelle pareti rocciose, al coperto sotto rocce o vegetazione, oppure, meno di frequente, allo scoperto.

 

Alimentazione. Si ciba esclusivamente di pesce. Risulta particolarmente abile nella pesca, rincorre addirittura le prede sott’acqua fino alla cattura.