Martin pescatore

Martin pescatore

Nome scientifico: Alcedo atthis atthis classificato da Linneo nel 1758

Appartiene alla Famiglia degli Alcedinidi
In sardo viene detto: pillòni de santu Perdu

E’ una specie non facile da avvistare perché molto timida e piccola, nidifica in diverse zone della Sardegna. E’ facile da riconoscere perché ha un aspetto e un piumaggio inconfondibili. E’ una specie solitaria e diffidente, tutelata a livello nazionale, particolarmente protetta in Sardegna. Predilige gli stagni, le lagune, i fiumi e le zone umide in genere, purché ricche di vegetazione. E’ un uccello diurno, passa la maggior parte del proprio tempo alla ricerca di cibo, posizionandosi su rami o canne sporgenti sui corsi d'acqua, che elegge a punti d'osservazione e dai quali si tuffa per catturare le sue prede. L'animale, durante la notte, si rifugia nella fitta vegetazione. Il volo è basso, rasente l'acqua, molto veloce e breve.


Come riconoscerlo. E’ un uccellino di piccole dimensioni con piumaggio dai colori brillanti, blu su testa, dorso e ali, bianco e arancione sulle guance, bianco anche sulla gola. Il petto e il ventre sono arancioni nei maschi, più castani nelle femmine. La testa è grande rispetto al corpo, con un becco lungo, robusto e nero; le ali e la coda sono invece corti. Le zampe sono piccole e di un rosso intenso. Di solito il maschio ha colori più vivaci della femmina. Nei giovani, il piumaggio è più tendente al verdastro e sia la parte dorsale che quella ventrale hanno colorazione meno brillante rispetto agli adulti: il becco è nero in ambedue i sessi, ed anche le zampe sono nere fino alla maturità sessuale.

 

Riproduzione. Le coppie si formano a partire dal mese di gennaio, il nido è costituito da un tunnel scavato nel terreno degli argini delle zone umide, nella sua parte terminale si allarga a formare una camera ovale, dove vengono deposte le uova. Il tunnel può essere scavato in vari tipi di suolo (sabbioso, ciottoloso, terroso, addirittura nelle spaccature o fra i blocchi in cemento degli argini artificiali) e può essere posto a un'altezza dall'acqua che va dal mezzo metro ai 37 metri. La femmina depone nel nido 5-8 uova, che vengono covate da entrambi i genitori per 19/21 giorni. I piccoli nascono tra marzo e agosto.

 

Alimentazione. E’ un pescatore instancabile, si ciba quasi esclusivamente di pesce ma si nutre anche di piccoli animali acquatici quali larve, insetti o piccoli granchi, a volte anche molluschi.