Piro piro piccolo

Piro piro piccolo

Nome scientifico: Actitis hypoleucos - classificato da Linnaeus nel 1758
Appartiene alla Famiglia degli Scolapacidi
In sardo viene chiamato zurrulliu de spiaggia

E’ un piccolo limicolo abbastanza comune in Sardegna, facile da avvistare. E’ una specie tutelata a livello Nazionale e Regionale. In Sardegna lo si può però osservare durante la migrazione e in inverno. Alcuni individui sono presenti anche in estate, ma la nidificazione non è certa. Frequenta i corsi d’acqua dolce o salmastra, le sponde limacciose, sabbiose e ghiaiose di laghi e bacini artificiali interni, le lagune, gli stagni e le foci dei fiumi. Lo si trova anche nelle coste marine.

 

Come riconoscerlo. E’ un uccello di taglia piccola con forme tozze, becco corto, sottile e dritto, le zampe sono abbastanza corte, di colore bruno-grigie. Il piumaggio è bruno-olivastro nella parte dorsale, l’addome, il ventre e il sottocoda sono invece bianchi. Non ci sono differenze tra maschio e femmina. In volo è riconoscibile per la particolare posizione assunta dalle ali, che hanno la parte terminale leggermente ripiegata verso il basso. E’ un abile corridore tra le pietre e lungo le sponde dei fiumi. E’ una specie solitaria e molto territoriale. Quando è al suolo si muove oscillando, verticalmente e continuamente, la parte posteriore del corpo e la testa.

 

Riproduzione. Nidifica tra aprile e giugno presso i torrenti, i fiumi, i laghi e le zone paludose, dal livello del mare sino alle montagne. Depone 3-5 uova in un nido costruito sui banchi di sabbia dei laghi e dei fiumi, sul terreno, sempre ben nascosto tra la vegetazione. La cova viene effettuata da entrambi i genitori. In caso di pericolo per il nido e per i piccoli, si finge ferito per cercare di distrarre e allontanare il predatore.

 

Alimentazione. Ha una dieta prevalentemente animale, si ciba infatti di insetti, molluschi, crostacei, vermi e girini, talvolta però anche di semi.