Senecione costiero

Senecione costiero

Nome scientifico: Senecio leucanthemifolius Poir subsp. leucanthemifolius
appartiene alla Famiglia delle Asteraceae
in sardo viene chiamata: Erba de cardellinas
 
DistribuzioneSpecie dell’area Mediterranea, distribuita in Spagna, Francia, Italia e Africa settentrionale. In Italia si può trovare nella parte centro meridionale e nelle isole. In Sardegna  è localizzata lungo le coste.
 
Ecologia e habitatPianta che mostra molte differenze a seconda dell’ambiente in cui cresce: altezza, portamento, ramificazione, aspetto delle foglie, e in particolare il loro colore, la carnosità e la lucentezza. In base a queste differenze, sono state descritte molte sottospecie. Il senecione costiero è una pianta erbacea annuale di norma ramoso, con portamento solitamente eretto (dritto), si può trovare di altezze molto diverse, che vanno da 5 a 40 cm. Le foglie sono profondamente incise, sono carnosette e possono presentare colori sia sul verde che sul rosso-violaceo. Ogni pianta presenta diverse infiorescenze a capolino (simili alle margherite), formati dall’insieme di piccolissimi fiori gialli, quelli sistemati al bordo del capolino presentano una liguala, di colore giallo, che vanno a formare i “finti petali della margherita”. Fiorisce in novembre-maggio. I frutti sono degli acheni pubescenti, piccolissimi semini scuri con delle appendici bianche piumose e leggere, che ricordano un paracadute…infatti sono talmente leggeri che vengono trasportati per lunghi tratti dal vento!
Cresce lungo i litorali nei terreni salati, bordi di aree umide, rupi marittime, ma anche incolti, ruderi e margini di strade.
 
CuriositàIl nome del Senecio deriva dalla parola latina "senex", che vuol dire vecchio, per i peli candidi del pappo (appendici bianche piumose e leggere), che ricordano i capelli bianchi di una persona anziana. La pianta ha proprietà capaci di alleviare i dolori delle mestruazioni e di ristabilirne il ciclo.