Silene colorata

Silene colorata

Nome scientifico: Silene colorata,  Poiret
appartiene alla Famiglia delle Caryophyllaceae
in sardo viene chiamata: Gravellinu
 
 
DistribuzioneLa pianta si trova esclusivamente nelle coste mediterranee. In Italia è descritta per le seguenti regioni: Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Molise, Campania, Sardegna. In Sardegna la si trova lungo i litorali.
 
Ecologia e habitatPianta erbacea annuale, pelosetta, alta 15-30 cm, con fusto eretto, ramificato dalla base. Le foglie di color verde chiaro sono vellutate e lunghe da 1 a 3 cm, si presentano strette alla base e si allargano al termine della foglia (spatolate), I fiori hanno una forma regolare e raggiata, come un cerchio, cioè la corolla è simmetrica rispetto ad un punto centrale. La corolla è formata da 5 petali profondamente bilobati di color rosa vivo, più lunghi del calice. Presenta al centro una struttura a forma di corona con 10 piccoli dentelli acuti, inoltre sono ben in vista i 5 stami con le antere giallo -arancio (strutture riproduttive maschili del fiore formate da  filamenti portanti le antere che contengono il polline). Il calice (cioè quell’involucro esterno solitamente di colore verde, formato dai sepali, che serve per proteggere gli organi interni del fiore)  è lungo circa 12-14 mm, tuboloso, verde, pubescente (pelosetto), con 10 striature violacee. Periodo di fioritura va da marzo a giugno. Il frutto è una piccola capsula  di 7-8 mm con forma di ellisse che contiene dei semini bruni.
La specie cresce sulle sabbie litoranee, sulle dune e campi sabbiosi coltivati.
 
CuriositàIl nome del genere potrebbe derivare dal greco "sialon" = saliva, per il liquido ghiandoloso ed appiccicaticcio che alcune piante di questo genere hanno sul fusto. ll nome specifico allude al colore roseo dei fiori