Suaeda vera

Suaeda vera

Nome scientifico: Suaeda vera J. F. Gmel.
appartiene alla Famiglia delle Chenopodiaceae 
in sardo viene chiamata: Sassoini
 
 
DistribuzioneSpecie cosmopolita, diffusa cioè in tutte le parti del mondo. In Italia è ben distribuita in quasi tutta la penisola (tranne nelle regioni del nord) e nelle isole. In Sardegna la si trova lungo tutte le coste e i luoghi salsi (con suoli ricchi di sale).
 
Ecologia e habitatPianta perenne e legnosa alta da 30 ai 90 cm. Fa anch’essa parte delle piante alofile, piante cioè che sopportano bene ambienti con elevati valori di concentrazione salina, come quelli vicino al mare o agli stagni salmastri costieri. E’ un cespuglio legnoso, glabro (senza peli), ramoso con corteccia bianca. I rametti possono essere eretti  (dritti) ma anche ascendenti (cioè che dalla  posizione inizialmente orizzontale alla base, crescendo si incurvano fino a portarsi in posizione più o meno dritta). Le  foglie sono di color  verde glauco (colore verde-grigiastro dovuto alla presenza di una patina cerosa sulla superficie), carnose con la punta arrotondata, raramente appuntita. I fiori sono sessili, cioè attaccati direttamente al fusto, sono piccoli e di color verde-giallo e talvolta arrossati, si possono trovare  isolati o riuniti all’ ascella delle  foglie, in piccoli glomeruli  (ammassi di fiori riuniti a formare una specie di gomitolo o pallina). Fioriscono tra giugno e luglio. I frutti sono delle nucule  (frutticini secchi e legnosi) , hanno la forma di un piccolissimo fagiolo di circa  2 mm di color  nero lucido.
Vive nei luoghi salati del litorale ricchi di sostanza organica e nei lidi sabbiosi.