Svasso piccolo

Svasso piccolo

Nome scientifico: Podiceps nigricollis - classificato da Brehm nel 1831
Appartiene alla Famiglia dei Podicipedidi
In sardo viene chiamata cabizza, cazzoleddu

E’ un uccello acquatico di taglia media, raro nella nostra isola dove non è accertata la nidificazione, ma migra e sverna (passa cioè l’inverno) in alcune aree. E’ una specie protetta a livello Nazionale e Regionale. Vive nelle zone umide, anche piccole, sia d'acqua dolce che di acqua salata. È un ottimo nuotatore e tuffatore, e usa queste sue “doti” anche per fuggire con rapidità di fronte al pericolo. Durante le migrazioni e lo svernamento spesso si associa anche con altre specie di uccelli acquatici. Nelle aree di svernamento si dimostra molto confidente ed entra nei piccoli porti, nuotando tranquillamente tra le imbarcazioni alla ricerca del cibo. In periodo riproduttivo diviene più timido, durante il giorno rimane tra la vegetazione, mentre si reca negli specchi d’acqua aperti al tramonto. Trascorre nell’acqua la maggior parte della vita.


Come riconoscerlo. E’ un uccello acquatico privo di coda, con un becco nero appuntito, leggermente rivolto all’insù e gli occhi rossi. Somiglia al tuffetto, ma ha il collo un po' più lungo e i colori sono più vivi. Gli adulti sono riconoscibili, nel periodo estivo, per la testa nera e le orecchie di colore giallo. In inverno, invece, lo Svasso piccolo si trasforma e le sue piume si tingono di bianco, anche se conserva un cappuccio nero. Gli individui giovani hanno un colore maculato e capita spesso di vederli andare in giro sulla schiena degli adulti che, nei primi giorni di vita, li guidano nell’esplorazione dell’ambiente circostante. Maschi e femmine sono indistinguibili. Becco e occhi mantengono tutto l’anno la stessa colorazione.

 

Riproduzione. Nidifica solitario o in colonie in mezzo ai canneti, in acque tranquille come stagni e lagune, da metà aprile a metà giugno circa. Il nido è galleggiante, realizzato con piante acquatiche grossolanamente ammassate. La femmina vi depone 3-4 uova, incubate anche dal maschio per 20-21 giorni. I pulcini sono precoci e lasciano presto il nido, vengono accuditi da entrambi i genitori per oltre 3 settimane.

 

Alimentazione. Per nutrirsi si immerge nelle acque e nuota a caccia di pesci, principalmente, ma si nutre anche di insetti, larve, girini, rane e gamberetti. È un nuotatore e tuffatore eccellente e insegue le sue prede sottacqua.