Voltapietre

Voltapietre

Nome scientifico: Arenaria interpres - classificato da Linnaeus, nel 1758
Appartiene alla Famiglia dei Scolopacidi

E’ un limicolo abbastanza piccolo e raro in Sardegna, quindi non facile da avvistare. Lo si può incontrare durante i passi migratori e durante l’inverno, raramente anche d’estate, non nidifica nell’isola. E’ una specie tutelata a livello regionale. Frequenta soprattutto litorali marini rocciosi e sassosi e localmente spiagge sabbiose e fangose, foci fluviali con distese di alghe spiaggiate e presenza di strutture artificiali come dighe, moli e frangiflutti. Piccoli gruppi si possono osservare anche nelle zone umide più interne.

 

Come riconoscerlo. E’ un uccello piuttosto piccolo e tarchiato, con becco scuro e conico e leggermente rivolto verso l'alto. Le zampe non sono molto lunghe, di colore arancione. In tutte le stagioni il piumaggio è dominato da un disegno arlecchino bianco e nero. Durante la stagione riproduttiva questi uccelli hanno la parte superiore rossiccia con macchie nere. La testa è bianca con una fascia nera che parte dagli occhi e si allaga fino a ricoprire tutto il petto tranne una macchia bianca ai lati. Le parti inferiori sono bianche. La femmina ha un colore meno brillante del maschio e la testa più scura. Gli adulti, fuori dalla stagione riproduttiva, sono più scuri, con la testa quasi completamente marrone macchiata di bianco, mentre il dorso è bruno con qualche chiazza nera.

 

Riproduzione. Le coppie possono rimanere unite per più di una stagione riproduttiva. Il nido è una buca poco profonda fatta nel terreno, spesso ricoperta con un letto di foglie, può trovarsi sia tra la vegetazione sia su un nudo terreno sassoso. Diverse coppie possono nidificare vicine tra di loro. La femmina depone nel nido 4 uova, che cova in genere da sola, talvolta aiutata dal maschio. I pulcini sono precoci e sono capaci di lasciare il nido molto presto dopo la nascita (nidifughi). Nella parte superiore questi sono giallognoli con macchie grigio scure, mentre nella parte inferiore sono bianchi. Sono capaci di nutrirsi da soli, ma sono protetti dai genitori per un lungo periodo, soprattutto dal maschio.

 

Alimentazione. Si ciba di vermi, molluschi, piccoli crostacei, uova e vegetali. Gli insetti costituiscono un alimento particolarmente importante per la sua dieta durante la stagione riproduttiva.